Patto di corresponsabilità - RoncoScrivia Gov

Vai ai contenuti

Menu principale:

Famiglie


   Patto di Corresponsabilità


 

Uno strumento educativo e formativo che promuove percorsi di crescita responsabile.
L’idea di sviluppare e implementare lo strumento educativo denominato “Patto di Corresponsabilità” nasce dall’intento di offrire agli insegnanti, ai ragazzi e alle loro famiglie un occasione di confronto responsabile, di accordo partecipato, di condivisione di metodologie e obiettivi fondanti la vita comunitaria in ambiente scolastico.

Il Patto contiene, in sé, una forte valenza simbolica offrendo, concretamente ed esplicitamente, un modello di relazione prosociale  centrato non solo sul rispetto delle regole,  ma anche sulla valorizzazione delle norme di comportamento intese quale cornice  di riferimento funzionale alla tutela del più ampio progetto educativo coinvolgente gli studenti-cittadini in crescita.

Il compito di accompagnare i ragazzi nel loro percorso di formazione globale della persona non è, attualmente, di facile attuazione.

 La scuola si trova di fronte alla complessità strettamente legata ai continui cambiamenti che interessano  i più giovani, alla necessità di coordinare  il proprio intervento alle linee educative sperimentate in ambito familiare, a motivare i ragazzi rispetto  all’importante obiettivo di presidiare responsabilmente il proprio iter evolutivo.

Agli adulti spettano, peraltro, il compito e la responsabilità di indicare la funzionalità ed il valore del vivere civile,  del rispetto reciproco, della convivenza improntata al mutuo soccorso.

 La scuola, la famiglia e la società sono spesso impreparati di fronte a questo compito, o semplicemente sperimentano una serie di difficoltà, arrivando ad abdicare al ruolo educativo e formativo, tanto più in situazioni che si definiscono nel tempo come sempre più gravi e urgenti, richiedendo risposte improrogabili.

Lavorare nella direzione della responsabilizzazione e partecipazione attraverso uno strumento ad hoc permette, dunque, all’adulto di  svolgere appieno il proprio ruolo di facilitatore del processo di crescita, spostando il focus dell’attenzione dal controllo al monitoraggio,  dall’atteggiamento normativo all’affiancamento collaborativo, dallo scontro con le difficoltà alla gestione dei problemi.

La scuola ha il compito di trasmettere le regole sociali, promuovendo e sostenendo l’acquisizione di modelli valoriali e comportamentali.

 Affinché tale funzione venga ottemperata, è essenziale che la scuola stessa riesca a proporre con forza un insieme di regole chiare e  condivise - in primis dal mondo degli adulti - che possano esplicitare agli occhi di tutti quali siano i comportamenti adeguati da adottare  e quali, invece, sono da considerare riprovevoli o inaccettabili.

 Appare, infatti, di particolare significatività non incorrere nell’errore di dare per scontate modalità comportamentali che spesso ci si aspetta che i ragazzi conoscano o siano abituati a praticare.

In realtà, soprattutto coloro che presentano maggiori problematiche di relazione hanno difficoltà non solo ad introiettare emotivamente le norme di comportamento sociale, ma anche ad inserirle
 in modo stabile nel proprio range di azioni, e ad autoregolarsi rispetto ad esse. 

Evidente, allora, il ruolo che gli adulti possono svolgere in tal senso; la possibilità di fungere da modello accanto ai diversi piani  di intervento finalizzati alla promozione di responsabilità rispetto alle proprie azioni  può svolgere una funzione molto importante  in termini di attivazione e sviluppo di tutti quei comportamenti rispettosi e coerenti con il vivere civile  che appaiono desueti.

Anche di fronte ai comportamenti più significativi in termini di rottura delle regole di contesto, il sistema sanzionatorio deve essere integrato il più possibile da strategie che attivino nel ragazzo una motivazione intrinseca a modificare i propri stili relazionali, percependo vantaggi sostanziali, che attengono alla sfera cognitivo-emozionale, e che si traducano in termini di accettazione, contatto,  sostegno, possibilità di gestire sentendosi supportato la crisi di sviluppo che si sta attraversando. 

In tal senso, la responsabilizzazione di tutti i componenti del sistema  non solo i ragazzi, ma anche la scuola e la famiglia  offre ai più giovani la possibilità di sentirsi affiancato e paritario al tempo stesso  rispetto alla necessità di mantenere impegni, di comportarsi reciprocamente con rispetto,  di condividere una partecipazione responsabile attorno al sistema scolastico più ampio.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu