Regolamento - RoncoScrivia Gov

Vai ai contenuti

Menu principale:

CCR

PARTE PRIMA - ISTITUZIONE E FINALITÀ
Articolo 1 - Istituzione e finalità
Il consiglio Comunale dei Ragazzi/e (CCR) è istituito dall' Amministrazione Comunale di Ronco Scrivia allo scopo di far conoscere e crescere nelle giovani generazioni la partecipazione democratica al governo del paese.
Il CCR consiste nella costituzione di un Consiglio Comunale formato da alunni di scuole di vario ordine che, supportato da facilitatori (educatori, assistente sociale e psicologo) e da insegnanti, predispone e approva proposte e progetti su svariati argomenti e settori della vita cittadina.
Articolo 2 - Autonomia del CCR
Nell'ottica di un'autentica e propositiva autonomia di pensiero, i Ragazzi/e che compongono il CCR avranno come riferimenti adulti solo ed esclusivamente i facilitatori. I facilitatori hanno il ruolo di permettere ai Ragazzi/e lo sviluppo di un pensiero autonomo e responsabile scevro da condizionamenti esterni. Gli insegnati hanno il compito di sostenere l'aspetto di educazione civica del progetto.
Articolo 3 - Obiettivi educativi
Il CCR si prefigge di accrescere la conoscenza del funzionamento del Comune, degli organi elettivi (Giunta e Consiglio), dei servizi e della realtà del territorio comunale, di contribuire allo sviluppo della partecipazione democratica, di favorire il senso di appartenenza alla comunità e la coscienza della solidarietà sociale.
Il CCR si prefigge altresì di accrescere nei ragazzi/e la consapevolezza di essere parte integrante della comunità e di essere al pari degli altri, attenti interlocutori degli amministratori che si impegnano ad ascoltare i loro punti di vista e le loro idee ritenendo queste ultime una risorsa per l'amministrazione comunale e per la città nel suo complesso.
Il CCR è un presidio per i valori dell'educazione civica, della legalità e della partecipazione attiva.
Articolo 4 - Partecipanti al progetto
Partecipano al CCR gli alunni a partire dalla classe 4° della scuola primaria fino alle classe 2° della scuola secondaria di primo grado dei Comune di Ronco Scrivia.
Anche altre classi non aderenti ufficialmente al Consiglio Comunale dei Ragazzi/e, possono partecipare come uditori alle sedute del CCR o presentare eventuali proposte.
Articolo 5 - Costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi/e è costituito da 17 rappresentanti facenti parte delle classi aderenti all'iniziativa con le modalità decise dagli insegnanti delle classi stesse.
Articolo 6 - Svolgimento delle sedute del CCR
Le sedute del CCR si svolgono di regola a porte aperte, nella Sala del Consiglio Comunale, con l'assistenza dei facilitatori. La prima seduta di insediamento serve per favorire la conoscenza tra i rappresentanti, imparare il metodo di lavoro ed eleggere a maggioranza assoluta il Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e che assume il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e.
Al sindaco del CCR verrà consegnata dal Sindaco del Comune di Ronco Scrivia la fascia tricolore che dovrà essere indossata nelle cerimonie ufficiali alle quali presenzierà
Le sedute sono valide se i consiglieri presenti sono la maggioranza assoluta.
Articolo 7 - Funzionamento del CCR
All'interno del CCR si formano quattro Commissioni, che si riuniscono presso i plessi scolastici dell'Istituto e ciascuna si occupa di una delle seguenti tematiche:
 AMBIENTE
 SCUOLA
 SPORT E TEMPO LIBERO
 SOLIDARIETÀ E DIRITTI E DOVERI DEI RAGAZZI/E
Il CCR ha comunque libertà di esprimersi su ogni argomento secondo i principi della partecipazione, della consultazione e della tutela della propria indipendenza.
Le Commissioni interne al Consiglio e i relativi Presidenti, sono formate nel corso della prima seduta ufficiale del CCR.
Il CCR resterà in carica per due anni scolastici e comunque fino al momento del suo rinnovo.
Articolo 8 - Modalità di presentazione delle proposte
Le proposte relative alle 4 aree tematiche possono essere elaborate nella classi con l'aiuto degli insegnati e dei facilitatori. Nel caso in cui occorra il supporto degli uffici comunali competenti, i facilitatori e gli insegnanti aiuteranno i ragazzi/e ad utilizzarli in modo pertinente.
Le proposte, ove possibile, verranno portate all'esame della competente Commissione CCR che le valuterà e le invierà alla Giunta del CCR. La Giunta è formata dai Presidenti della 4 Commissioni e dal Sindaco del CCR. Le proposte selezionate potranno essere discusse nel corso della successiva seduta di Consiglio.
Le bozze di proposte inserite nell' O. del G. possono essere diffuse a tutte le classi aderenti, tramite i rispettivi rappresentanti, che potranno raccoglierne il parere.
Il CCR vota tutte le proposte inserite all' O.d.G.
Le proposte sono approvate a maggioranza assoluta dei presenti.
Una volta approvate le proposte del CCR sono inviate alla Giunta Comunale degli Adulti per il successivo esame delle stesse entro 30 giorni dal ricevimento.
L'amministrazione comunale garantirà l'adeguata informazione sull'attività del CCR.
Le decisioni del CCR possono consistere in:
 proposte e progetti da sottoporre agli organi comunali
 idee e opinioni su avvenimenti o fatti di attualità
 auspici e richieste di attenzione su particolari problemi ad Amministrazioni e istituzioni varie
 messaggi
 relazioni sui risultati delle ricerche effettuate
Articolo 9 - Risorse
Il CCR utilizza le risorse finanziarie che vengono annualmente messe a bilancio dall'Amministrazione Comunale.
Articolo 10 - Calendario dell'attività del CCR
Il CCR dovrà riunirsi un minimo di tre volte l'anno.
Le scuole disciplineranno al proprio interno e in modo autonomo le modalità per incentivare il confronto fra eletti ed elettori, nell'ambito del proprio "collegio elettorale" (scuola), attraverso audizioni o dibattiti, nelle forme e sedi che si riterranno più compatibili con l'attività didattica.
Il calendario delle attività viene stabilito dai facilitatori indicati dal Comune, in accordo con gli insegnanti aderenti all'iniziativa, all'inizio di ciascun anno scolastico.
L'attività annuale del CCR si conclude, laddove possibile, con una seduta allargata al Consiglio Comunale per un confronto sull'andamento dell'anno e/o in una giornata dedicata ai Ragazzi/e, il cui programma è stabilito dalle istituzioni partner (scuola e Comune) in accordo con il CCR.
Articolo 11 - Collegamenti
Il CCR stabilisce contatti con gli altri CCR dell’Italia e della Comunità Europea per scambi di informazioni ed esperienze.
Articolo 12 - Ruolo degli Amministratori e degli Uffici Comunali
Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale degli Adulti assicurano al CCR la massima disponibilità possibile per chiarire gli elementi programmatici della loro attività e spiegare le motivazioni delle scelte dell'Amministrazione.
A questi scopi, se richiesti, saranno garantiti incontri del CCR con gli organi sopra indicati per un confronto diretto sull'attività che interessa il CCR.
Articolo 13 - Commissione di monitoraggio sull'esperienza del CCR
La Commissione è composta da:
 Un Presidente individuato nella figura del Sindaco del Comune di Ronco Scrivia o da un suo delegato
 Dirigente Scolastico o da un suo delegato
 Équipe del Servizio Sociale
La Commissione si appoggia alla collaborazione con l'associazionismo sul territorio per il supporto necessario (ass. sportive, biblioteca, cinema etc.).
La commissione ha il compito di valutare l'attività del CCR mediante il supporto del gruppo di lavoro, composto dai facilitatori e dagli insegnanti che seguono la gestione del progetto CCR (progettualità, contatti con scuole e insegnanti e con eventuali associazioni presenti sul territorio, conduzione lavori di gruppo per assistenza ai lavori delle commissioni, della Giunta e del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e, gestione laboratorio di idee, preparazione materiale informativo e divulgativo).
Articolo 14 - Modifiche al regolamento
Il presente regolamento è temporaneo e può essere integrato o modificato dal Consiglio Comunale dei Ragazzi/e per le parti che riguardano il suo funzionamento interno.
PARTE SECONDA - LA FORMA ORGANIZZATIVA
Articolo 15 - Composizione del Consiglio Comunale dei ragazzi
Il CCR è costituito da 17 componenti, compreso il Sindaco, così suddivisi:
 8 consiglieri eletti dagli alunni della scuola elementare, di cui al massimo 2 in rappresentanza della classe 4° della scuola primaria
 9 consiglieri eletti dagli alunni della scuola media, di cui al massimo 6 in rappresentanza della classe 2° della scuola secondaria di primo grado
Costituiscono corpo elettorale tutti gli alunni a partire dalla classe 4° della scuola primaria fino alla classe 2° della scuola secondaria di primo grado del Comune di Ronco Scrivia.
Articolo 16 - Modalità e tempi delle elezioni
Le elezioni si svolgono secondo i seguenti tempi e modalità:
a) entro il 15 novembre vengono presentate le candidature al CCR presso la segreteria dell'IC di Ronco Scrivia. Le candidature si possono presentare in modo libero, è ammessa anche l'autocandidatura ed in ogni caso, il candidato deve dichiarare per iscritto di accettare la candidatura.
b) entro il 25 novembre il Dirigente Scolastico, coadiuvato dal personale insegnante provvede alla formazione delle liste dei candidati, disposti in ordine alfabetico, con l'indicazione del cognome, nome, scuola e classe di appartenenza.
c) Dal 15/11 al 30/11 si svolgerà la campagna elettorale, nelle forme che, d'intesa con il corpo insegnante gli studenti riterranno più opportune (assemblee, volantinaggi, dibattiti in classe, ecc ...).
d) Le elezioni si svolgeranno in orario scolastico entro il 17 dicembre e sarà costituito per questo un apposito seggio elettorale in ogni plesso scolastico.
e) gli elettori riceveranno una scheda sulla quale saranno riportate le liste dei candidati. La scheda sarà strutturata in modo da permettere l'indicazione della preferenza per l'elezione dei consiglieri. Gli elettori potranno esprimere una preferenza, segnando una crocetta a fianco del nominativo prescelto. Deve essere garantita la piena autonomia e segretezza del voto.
f) le operazioni di scrutinio iniziano immediatamente dopo la chiusura dei seggi
g) saranno eletti consiglieri i candidati che otterranno il maggior numero di preferenze. In caso di parità sarà nominato chi precede di età
h) entro il mese di gennaio verrà proclamata la costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e
i) nella prima seduta il CCR elegge a maggioranza assoluta il Sindaco del CCR che assume il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale. In caso di dimissioni del Sindaco nel corso del mandato si dovrà procedere alla sostituzione dello stesso, secondo le stesse modalità.
j) nel corso del mandato si potrà altresì provvedere alla sostituzione di eventuali Consiglieri dimissionari con i primi candidati non risultati eletti nelle rispettive liste di appartenenza.
Articolo 17 - Commissione elettorale di vigilanza
Presso ciascuna istituzione scolastica sarà costituita, a cura del Dirigente Scolastico o di un suo delegato, la Commissione elettorale di vigilanza sulla regolarità delle procedure elettorali; tale Commissione sarà composta da due alunni di terza media e un insegnante, con il compito di nominare i membri dei seggi elettorali di ogni plesso che saranno composti da quattro scrutatori (alunni della terza classe sc. Sec I grado) e un Presidente (alunno di terza) coadiuvati da un insegnante.
La Commissione elettorale di vigilanza avrà anche il compito di decidere, a maggioranza, su eventuali ricorsi inerenti le procedure elettorali; i ricorsi dovranno essere presentati entro 24 ore dal fatto per il quale si intende ricorrere e decisi entro 48 ore successive.
Articolo 18 - Gestione dell'attività
L'Amministrazione Comunale propone annualmente alle scuole il progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi/e, l'adesione è a discrezione dell'Istituto Scolastico.
Il CCR ha un suo presidente, il Sindaco del CCR, eletto dai consiglieri, che è il portavoce del Consiglio e ne presiede le sedute.
Il CCR è altresì composto da 4 Commissioni, alle quali i consiglieri scelgono liberamente di partecipare: Sport e Tempo Libero, Scuola, Ambiente, Solidarietà e Diritti e Doveri dei Ragazzi/e.
L'attività del CCR non è limitata solo ai consiglieri, ma è estesa alle intere classi che possono essere coinvolte nelle varie fasi progettuali:
 incontri di preparazione e informazione sul CCR
 incontri di preparazione e di ideazione delle proposte da sottoporre al Consiglio
 inviti a scambi di opinione ed esperienze con altre classi facenti parte del CCR
 realizzazione delle proposte approvate dal CCR
In tal modo i consiglieri svolgono, nei riguardi delle altre classi, il ruolo di portavoce in quanto riferiscono ai compagni le indicazioni del Consiglio e hanno modo di riportare nelle sedute del CCR le opinioni e le idee degli alunni.
Le proposte elaborate dalle classi sono esaminate da una delle 4 Commissioni (a seconda dell'argomento) che ne valuta la completezza e la chiarezza per la discussione nella seduta del Consiglio per il relativo voto.
In consiglio non esiste maggioranza e opposizione, ma ogni proposta viene esaminata per la sua intrinseca validità, efficacia e proporzionalità delle risorse impiegate rispetto agli obiettivi raggiungibili.
Nel corso dell’anno, almeno una seduta del CCR viene convocata alla presenza del Sindaco del Consiglio Comunale degli Adulti, o del suo delegato, per illustrare la propria attività, porgli domande e suggerimenti.
Il Sindaco risponde e si riserva di approvare con un atto di Giunta le proposte del CCR rivolte al Consiglio degli Adulti. Le proposte approvate dal CCR e dalla Giunta passano alla fase esecutiva curata dagli stessi Ragazzi/e nelle varie modalità di realizzazione.
Il CCR può sottoporre agli amministratori adulti domande e proposte che gli giungano anche dai Ragazzi/e del Comune.
Articolo 19 - Supporto all'attività del CCR
Nel rispetto rigoroso dell'autonomia di lavoro del CCR, gli adulti di supporto saranno i facilitatori sia per esigenze educative che di gestione delle dinamiche di gruppo.
Ogni altro interlocutore adulto si porrà come informatore tecnico laddove sia necessario offrire una consulenza ed un fattivo sostegno utile ai membri del CCR per redigere e rendere operative le proprie proposte.
Le scuole disciplineranno, al proprio interno e in modo autonomo, le modalità per incentivare il confronto fra eletti ed elettori, nell'ambito del proprio "collegio elettorale" (scuola) attraverso audizioni o dibattiti, nelle forme e sedi che si riterranno più compatibili con l'attività didattica.
Articolo 20 - Luogo di attività del CCR
Il Consiglio Comunale dei Ragazzi/e, si riunirà nelle sedi ritenute più opportune o quant'altro messo a disposizione delle istituzioni per i ragazzi.
L'attività delle Commissione si svolgerà presso i plessi scolastici di volta in volta individuati.
Articolo 21 - Norme transitorie
Le norme di modifica del Regolamento approvato in data 15.01.2007, sono finalizzate a dare maggiore operatività e funzionalità al CCR che deve avere garantita una maggiore partecipazione di ragazzi che non concludano l’esperienza scolastica della scuola secondaria di I grado, nel corso dei due anni di mandato nel CCR.
Nelle more dell’approvazione delle modifiche al presente regolamento, per l’anno scolastico 2013/2014, le “Modalità e tempi delle elezioni” di cui all’art.16 sono così modificate:
 lettera a) entro il 10 dicembre……;
 lettera b) entro il 20 dicembre…….;
 lettera c) dal 10/01 al 20/01…..;
 lettera d) le elezioni si svolgeranno in orario scolastico entro il 30 gennaio.……;
 lettera h) entro il mese di Febbraio……. .

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu